Logo
Logo

Sostegno per la diversificazione delle attività agricole in attività riguardanti l’assistenza sanitaria, l’integrazione sociale l’agricoltura sostenuta dalla comunità e l’educazione ambientale e alimentare

by admin 1 Comment

PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE DELLA REGIONE CALABRIA 2014–2020
Intervento 16.9

DESCRIZIONE

L’intervento sostiene azioni e progetti di cooperazione tra operatori agricoli ed altri
operatori pubblici e privati delle aree rurali, finalizzate a definire soluzioni innovative per lo sviluppo delle imprese agricole che diversificano la loro attività promuovendo servizi di integrazione sociale, di assistenza sanitaria e di educazione alimentare e ambientale attraverso l’utilizzo cooperativo di locali e strutture produttive, risorse aziendali ed impianti e fattori produttivi. La finalità delle soluzioni di cooperazione deve riguardare progetti che si dimostrino in grado di migliorare l’apertura e la presenza sui mercati dei servizi di agricoltura sociale e di servizi didattici delle aziende agricole che attuano il progetto di cooperazione puntando anche su una maggiore diffusione delle informazioni e sulla creazione di spazi di collaborazione, realizzati attraverso l’impiego delle ICT riducendo il digital divide e puntando al rafforzamento delle capacità relazionali e dell’identità territoriale delle zone rurali.

TIPOLOGIE DI AZIONI

L’intervento prevede la costituzione e l’operatività di partenariati per la realizzazione di progetti finalizzati a sviluppare la multifunzionalità aziendale e la diversificazione delle attività dell’impresa agricola nell’ambito dell’agricoltura sociale. L’intervento è di viso in 2 sotto azioni:

Azione 16.9.1.a):

Sostiene azioni volte a sviluppare nelle aziende agricole servizi rivolti alle comunità locali riguardanti l’assistenza sanitaria, l’integrazione sociale, l’inclusione sociale di fasce deboli e categorie svantaggiate, lo svolgimento di percorsi di inserimento socio-lavorativi, lo svolgimento di attività educativo-assistenziali o formative a favore di soggetti con fragilità sociale;

Azione 16.9.1.b):

Sostiene azioni per la promozione e implementazione di servizi di educazione alimentare e ambientale da parte di imprese agricole (iscritte all’elenco regionale delle fattorie didattiche) in cooperazione tra loro e con altri soggetti del territorio che operano in tale ambito per una programmazione coordinata di servizi multifunzionali in tali ambiti rivolti alle popolazioni rurali.
Per entrambe le azioni il progetto di cooperazione deve necessariamente prevedere la:

  1. Costituzione del partenariato sotto forma di ATS;
  2. Le azioni di animazione sul territorio a cui è rivolto il progetto di cooperazione;
  3. La descrizione delle modalità di realizzazione del progetto operativo.

BENEFICIARI

Sono beneficiari dell’operazione le aggregazioni tra almeno due soggetti tra diversi operatori del settore agricolo, e altri soggetti pubblici o privati che operano
nei settori socio sanitario, ambientale ed educativo che contribuiscono alla realizzazione degli obiettivi e delle priorità dello sviluppo rurale.

SOGGETTI PROPONENTI

Sono ammissibili a presentare domanda di aiuto Associazioni Temporanee di Scopo, costituite o costituendi, tra:

  1. imprese agricole singole o associate;
  2. soggetti pubblici o privati che operano nel settori socio sanitario, ambientale ed educativo;
  3. soggetti che abbiano come scopo statutario la formazione, l’informazione e la divulgazione in ambito agricolo e comprovate competenze sulle specifiche tematiche oggetto del presente avviso;
  4. Comuni;
  5. altri soggetti privati appartenenti ad altri settori la cui attività risulti strettamente connessa alla realizzazione del progetto.

Nel caso di aggregazioni/partenariati partecipanti all’azione a) l’ATS deve essere composta almeno dai seguenti due soggetti:

  1. un’impresa agricola singola o associata (art. 2135 c.c.) che assume il ruolo di capofila;
  2. un soggetto pubblico o privato che operi nel settore socio sanitario, ambientale ed educativo;

Nel caso di aggregazioni/partenariati partecipanti all’azione b) l’ATS deve essere composta almeno dai seguenti due soggetti:

  1. un’impresa agricola singola o associata iscritta all’elenco regionale delle fattorie didattiche che assume il ruolo di capofila;
  2. un soggetto che abbia come scopo statutario la formazione, l’informazione e la divulgazione in ambito agricolo e comprovate competenze sulle specifiche tematiche oggetto del presente avviso.

MODALITA’ E TERMINI DI PRESENTAZIONE

Il contributo massimo concedibile sarà pari a 100.000,00 per l’azione a e 40.000,00 per l’azione b e sarà calcolato nel rispetto del regime “de minimis”. L’aliquota di sostegno è pari all’80% della spesa ammessa.
Le domande di aiuto, possono essere presentate a partire dalla data di pubblicazione del bando sul SITO (www.calabriapsr.it) e devono risultare rilasciate a sistema entro e non oltre 90 giorni dalla data di pubblicazione del bando sul sito www.calabriapsr.it.

Allegati:

SCHEDE SERVIZIO DIVERSIFICAZIONE ATTIVITA’ AGRICOLE

1 Comments

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *